Egitto: attentato chiesa copta. Tawadros II, il Paese “rimarrà forte e capace di vincere le forze del buio e della violenza”

“Crediamo che la nostra vita è nelle mani di Dio, l’Onnipotente, e che niente di ciò che succede non sia permesso da Lui”. Comincia così, con queste parole cariche di fede, il comunicato di Papa Tawadros II, il leader della Chiesa copta ortodossa, che questa mattina, ancora una volta, è stata colpita da un attacco terroristico alla chiesa di San Mena (Mar Mina) a Helwan, a sud del Cairo provocando la morte di 9 persone (incluso uno dei due terroristi). Papa Tawadros esprime tutto il suo dolore e le sue più vive condoglianze “per i martiri di questa mattina – così ha definito le vittime dell’attentato -, che Dio ha scelto. Il tradimento di uomini malvagi è la causa di questo doloroso attentato”. Le condoglianze di Tawadros si rivolgono alle famiglie delle vittime, alla polizia e alla chiesa e aggiunge: “L’Egitto rimarrà forte, e capace di vincere le forze del buio e della violenza che è senza coscienza e sentimenti. Preghiamo per i martiri e i feriti che Dio li porti presto alla guarigione e alla salute, e che Dio protegga il nostro Paese e il nostro popolo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa