Natale: mons. Pavanello (Adria-Rovigo), “sia esperienza di conversione autentica”

“Viviamo nelle tenebre e nel disorientamento, nella paura e in un sottile senso di incertezza generale dovuta alla violenza imperante, alla mancanza di guide sagge nella vita sociale e politica, all’assenza di prospettive per il futuro, soprattutto per i nostri giovani”. Lo afferma mons. Pierantonio Pavanello, vescovo di Adria-Rovigo, nel messaggio per il Natale rivolto ai fedeli della diocesi. “Mi colpisce il senso di smarrimento che colgo incontrando le persone e le comunità: è come se non si sapesse più dove andare e quale senso dare alla propria vita”, scrive. Ma il vescovo ricorda che c’è una “buona notizia” che arriva col Natale: “Le tenebre sono state rotte da una grande luce: la luce di Cristo Signore”. “La sua nascita infatti ci permette di vedere il mondo e la storia in una prospettiva nuova: Dio non si è stancato degli uomini, ma si offre a noi nella debolezza di un bambino per invitarci a camminare con lui nei sentieri della fraternità, della giustizia e della pace”. Da mons. Pavanello, infine, un augurio per i fedeli della diocesi: “Il nostro Natale sia occasione per un incontro intimo e personale con il Signore Gesù, sia esperienza di conversione autentica e porti alla decisione di fare del Vangelo la guida del nostro cammino”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori