Natale: mons. Muser (Bolzano-Bressanone), “è una gioia che fonda le sue radici in Gesù Bambino e non nelle nostre aspettative”

“Nessuna festa è carica di attese, così come di paure, come il Natale. Si spera che porti l’armonia, la concordia e il buon umore. Ma le tensioni e i conflitti familiari sono spesso l’amara realtà. Per non parlare poi dei tanti, per i quali il Natale è un momento particolarmente doloroso, perché la solitudine si fa ancora più pesante”. Lo scrive mons. Ivo Muser, vescovo di Bolzano-Bressanone, nel suo messaggio per il Natale, pubblicato sul settimanale diocesano “Il Segno”. Una pagina dalla quale lancia alcuni interrogativi: “Come vivere il Natale? Come farne esperienza?”. La risposta è in un “piccolo consiglio per questa festa”, che “è unica”: vivere “la gioia che fonda le sue radici in Gesù Bambino e non nelle nostre aspettative e nei nostri stati d’animo”. “È Lui la vera gioia del Natale, che resta, anche quando le celebrazioni di questi giorni sono passate”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy