Corridoi umanitari: Caritas ambrosiana, a Milano accolti 6 dei 160 profughi appena arrivati da Libia

Caritas ambrosiana accoglierà nei propri centri 6 dei 162 profughi – bambini, donne e anziani – arrivati poco fa all’aeroporto di Pratica di Mare (Roma) con un volo speciale, messi in salvo dai centri di detenzione in Libia, in una operazione congiunta di corridoi umanitari tra il Ministero degli interni e la Cei.  A Milano quattro profughi saranno ospitati presso Casa Suraya, l’ex convitto delle suore della Riparazione in via Padre Carlo Salerio 51 trasformato dalla Cooperativa “Farsi Prossimo” in comunità di accoglienza per richiedenti asilo dal 2014. Due saranno destinate nel centro di accoglienza straordinaria della stessa cooperativa che si trova a Taino, in provincia di Varese. Gli operatori delle due strutture hanno già preparato le camere e sono pronti ad andare a prende gli ospiti all’hub gestito dalla Croce Rossa a Bresso non appena arriveranno, probabilmente domani. “L’operazione ha un intento eminentemente umanitario: ha lo scopo di strappare persone particolarmente vulnerabili da quell’inferno che è diventata la Libia. Per questa ragione, ci siamo messi a disposizione, aderendo subito al progetto. Non potevamo non compire questo piccolo gesto di accoglienza proprio a Natale”, dichiara Luciano Gualzetti, direttore di Caritas ambrosiana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori