Borsalino: mons. Gallese (Alessandria), “mi auguro che chi deve intervenire sappia comprendere il valore umano dell’azienda”

“Sono stato in fabbrica e sono rimasto colpito dalla bellezza del prodotto che è arte. Questa fabbrica ha nell’uomo il proprio capitale. Anzi, il capitale umano è l’azienda”. È così che il vescovo di Alessandria, mons. Guido Gallese, commenta la situazione della Borsalino, l’azienda che dal 1857 produce cappelli e che, a causa di una decisione del Tribunale, rischia il fallimento. Spiega ancora Gallese: “Ogni pezzo prodotto da Borsalino è unico. Per fare un cappello ci vogliono sette settimane e 52 passaggi”. E conclude: “Lascio ad altri i rilievi economico-finanziari. Constato però che di fronte ad un malessere finanziario, l’azienda ha un grande benessere produttivo. Mi auguro che chi interverrà lo faccia con uno sguardo che sappia comprendere la complessità della situazione e l’importanza della Borsalino che è il simbolo di Alessandria”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori