Terra Santa: Sachs (ambasciatore), “i cristiani in Israele sono un esempio di integrazione”

“I cristiani in Israele hanno ruoli chiave. Sono magistrati, artisti, ricercatori, ingegneri e anche diplomatici. Vogliamo che ci siano sempre più cristiani nei ruoli pubblici, nell’arte e nella cultura”. Lo ha detto Ofer Sachs, ambasciatore dello Stato d’Israele in Italia, intervenendo alla conferenza internazionale per gli 800 anni della Custodia di Terra Santa, promossa dall’Osservatorio sulle minoranze religiose nel mondo e sul rispetto della libertà religiosa, aperta oggi, a Roma. “Sono 8,76 milioni i cittadini oggi, 70 anni fa eravamo 800mila – ha aggiunto -. La popolazione è aumentata più di 10 volte. Assorbire tutti questi cittadini è una enorme sfida per un Paese così giovane”. L’ambasciatore ha quantificato anche la presenza dei cristiani in Israele, che sono “in rapida crescita”. “Quando è nato lo Stato erano 50mila, oggi sono più di 170mila, cioè il 2% della popolazione”. E brillano nell’istruzione. “Sono un esempio di integrazione e di come hanno saputo utilizzare gli strumenti messi a disposizione dalle istituzioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia