Papa Francesco: alla Curia Romana, Sinodo sui giovani riguarda anche “rapporti intergenerazionali, famiglia, vita sociale”

“Permettetemi anche qui, in questo particolare momento della vita della Chiesa, di richiamare la nostra attenzione alla prossima XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, convocata sul tema ‘I giovani, la fede e il discernimento vocazionale’”. Nel discorso alla Curia Romana, il Papa ha fatto riferimento anche al prossimo Sinodo dei vescovi, che comincia ad ottobre, dedicato ai giovani. “Chiamare la Curia, i vescovi e tutta la Chiesa a portare una speciale attenzione alle persone dei giovani – ha precisato Francesco – non vuol dire guardare soltanto a loro, ma anche mettere a fuoco un tema nodale per un complesso di relazioni e di urgenze: i rapporti intergenerazionali, la famiglia, gli ambiti della pastorale, la vita sociale”. A riprova, Francesco ha citato l’introduzione del Documento preparatorio, in cui si legge: “La Chiesa ha deciso di interrogarsi su come accompagnare i giovani a riconoscere e accogliere la chiamata all’amore e alla vita in pienezza, e anche di chiedere ai giovani stessi di aiutarla a identificare le modalità oggi più efficaci per annunciare la Buona Notizia. Attraverso i giovani, la Chiesa potrà percepire la voce del Signore che risuona anche oggi. Come un tempo Samuele e Geremia, anche oggi ci sono giovani che sanno scorgere quei segni del nostro tempo che lo Spirito addita. Ascoltando le loro aspirazioni possiamo intravedere il mondo di domani che ci viene incontro e le vie che la Chiesa è chiamata a percorrere”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia