Papa in Bangladesh: incontro con i giovani, “andate avanti” aggiornando il “software” giusto

“C’è qualcosa di unico nei giovani: siete sempre pieni di entusiasmo, e mi sento ringiovanire ogni volta che vi incontro”. È il saluto del Papa ai giovani che lo hanno accolto nel capo sportivo del “Notre Dame College”, per l’ultimo incontro pubblico in Bangladesh prima di ripartire alla volta di Roma. L’entusiasmo giovanile “si collega con lo spirito di avventura”, ha proseguito Francesco, citando uno dei poeti nazionali del Bangladesh, Kazi Nazrul Islam, che ha definito la gioventù del Paese “impavida, abituata a strappar fuori la luce dal ventre dell’oscurità”. “I giovani sono sempre pronti a proiettarsi in avanti, a far accadere le cose e a rischiare”, ha commentato il Papa, incoraggiando i giovani “ad andare avanti con questo entusiasmo nelle circostanze buone e in quelle cattive. Andare avanti, specialmente in quei momenti nei quali vi sentite oppressi dai problemi e dalla tristezza e, guardandovi intorno, sembra che Dio non appaia all’orizzonte”. “Ma, andando in avanti, assicuratevi di scegliere la strada giusta”, il monito di Francesco: “Cosa vuol dire? Vuol dire saper viaggiare nella vita, non girovagare senza meta. La nostra vita non è senza direzione, ha uno scopo, datoci da Dio. Egli ci guida, orientandoci con la sua grazia. È come se avesse posizionato dentro di noi un software, che ci aiuta a discernere il suo programma divino e a rispondergli nella libertà. Ma, come ogni software, anch’esso necessita di essere costantemente aggiornato. Tenete aggiornato il vostro programma, prestando ascolto al Signore e accettando la sfida di fare la sua volontà”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia