Gioco d’azzardo: Caritas di Gaeta a confronto col sindaco di Minturno per elaborare insieme strategie di contrasto

La Caritas della diocesi di Gaeta a confronto col sindaco di Minturno, Gerardo Stefanelli, per elaborare insieme strategie di contrasto al gioco d’azzardo. L’incontro tra la delegazione della Caritas, il primo cittadino e l’assessore ai servizi sociali, Mimma Nuzzo, si è svolto ieri nei locali comunali. Il coordinamento prevede la promulgazione di regolamenti contro l’azzardo e la verifica dell’osservanza di eventuali regolamenti deliberati. “Nella comune valutazione della drammaticità sociale causata dalla patologia da gioco d’azzardo – si legge in una nota -, il Comune di Minturno ha messo in cantiere alcune iniziative che partiranno a breve: lo studio e la promulgazione di un regolamento comunale con lo scopo di ridurre l’offerta e contenere l’accesso; l’adesione al Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo con cui si chiede una legge nazionale per disciplinare il settore delle scommesse, fornire un’adeguata informazione e un’attività di prevenzione e cura; l’invito alle scuole di Minturno ad aderire ai seminari formativi di prevenzione offerti dalla Caritas di Gaeta”. Concordato anche l’invio di una lettera ai sindaci del distretto sanitario Formia-Gaeta per “realizzare un fronte comune di contrasto all’azzardo con l’emanazione di apposite delibere” e un controllo più serrato degli esercizi che ospitano le slot machine, mentre si pensa alla riduzione dell’importo della tassa sui rifiuti agli esercizi commerciali che non ospitano macchinette. Al termine dell’incontro, l’amministrazione comunale di Minturno e i rappresentanti della Caritas di Gaeta hanno deciso inoltre di “collaborare contro l’azzardo scambiandosi informazioni, notizie, documenti e realizzando eventi in sinergia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia