Germania: “I Cantori della Stella”, esibizioni musicali fino all’Epifania per combattere il lavoro minorile in India

Prosegue in tutta la Germania il cammino delle migliaia di gruppi di Carolers, i bambini “Cantori della Stella” (Die Sternsinger Kindermissionwerk), che durante l’Avvento e sino all’Epifania portano il messaggio dei Re Magi in tutte le case di città e paesi, ma anche negli ospedali e nelle istituzioni pubbliche. Offrono canti e gioia, oltre a una benedizione rituale che resterà segnata sugli stipiti delle porte che si apriranno al loro invito di partecipare alle proposte di missione e interventi sociali. Dall’inizio del 1959 i Cantori della Stella hanno raccolto un totale di un miliardo di euro. Per il 2017 l’azione umanitaria proposta per la raccolta di fondi è l’impegno concreto contro il lavoro minorile e lo sfruttamento dei bambini nel mondo, con particolare riferimento all’India. 152 milioni di bambini in tutto il mondo sono costretti a lavorare, spiegano i Carolers, più della metà di loro anche in condizioni pericolose e di sfruttamento, se non di schiavitù. Molti di essi sono soli e vengono sottoposti a violenze continue. La denuncia dei Carolers evidenzia come i bambini inizino a lavorare già dai 4–5 anni; che in media superino le 12 ore di lavoro; che non sono protetti da contratti e ricevono paghe misere; che lavorano in luoghi pericolosi. E non frequentano la scuola. I Cantori della Stella fino all’Epifania raccolgono offerte che verranno distribuite ad associazioni da loro selezionate.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia