Diocesi: Bari, con il progetto “I luoghi del cuore” installazione di tre defibrillatori

“Oggi abbiamo lanciato un seme, un segnale e abbiamo voluto farlo insieme ad altre parrocchie perché ci teniamo alla collaborazione, ad essere Chiesa viva nel territorio e che sappia tener presente i bisogni della gente e le leggi in vigore”. Così il responsabile dell’oratorio San Giovanni Bosco di Bari, don Francesco Preite, presenta il progetto “I luoghi del cuore”, grazie al quale verranno installati tre defibrillatori semiautomatici a Bari, nell’oratorio del Redentore, nella cattedrale e nella parrocchia San Ferdinando. “L’iniziativa – dice don Francesco – vuole rappresentare un concreto ‘gesto d’amore’ nei confronti della comunità della diocesi di Bari, intraprendendo un piccolo passo nel servizio della comunità, per la sua trasformazione in una comunità cardio-protetta”. Il progetto è sostenuto dalla Fondazione Bnl con la collaborazione dell’Ordine dei farmacisti Bari-Bat, del Cif Bari (Centro italiano femminile) e di Faris-Associazioni in rete. “Fare prevenzione significa anche dialogare con quelle che sono le necessità di oggi. Questi progetti ci aiutano ad accendere una luce su realtà che a volte sono dimenticate nonostante, invece, siano molto vive. In un quartiere come il ‘Libertà’, difficile ma fatto anche di persone per bene, c’è bisogno di queste iniziative per rinnovarsi e per lanciare messaggi positivi, di speranza, in questo tempo che è molto impegnativo. La prevenzione è molto importante perché i giovani, da buoni cristiani, potranno in futuro avere maggiore consapevolezza nella cura e, appunto, nella prevenzione per se stessi e gli altri”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia