Argentina: i vescovi dopo le violenze alla Camera dei deputati, “solo il dialogo assicura il bene comune”

Attraverso un comunicato reso noto oggi, la Commissione esecutiva della Conferenza episcopale argentina (Cea) ha condannato la violenza a emersa ieri – dentro e fuori alla Camera dei deputati – a causa del dibattito alla Camera sul progetto di riforma previdenziale del governo del presidente Macri.
Preoccupati per la “violenza política in crescita”, i vescovi hanno ricordato che “per risolvere le troppe urgenze e angosce dei nostri fratelli più fragili, specialmente dei pensionati, e per costruire una società giusta ed equa non esistono due vie alternative, il dialogo o la violenza, ma soltanto una: il dialogo”. Ed esortano tutti a molteplicare gli sforzi per assicurare un Natale in pace.
“Solo attraverso il rispetto per le istitutizioni democratiche, che garantiscono un dialogo al servizio del bene comune, sarà possibile superare le difficoltà che colpiscono il nostro popolo”, affermano i vescovi nel comunicato dal titolo “Il dialogo è l’unico cammino”. Intanto, nonostante la sospensione del dibattito parlamentare decisa ieri dopo gli episodi di violenza, il governo ha annunciato che avvierà un altro dibattito entro pochi giorni, probabilmente lunedí prossimo.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia