Servizio civile: Caritas Italiana, venerdì 15 dicembre a Roma convegno “Tra memoria e prospettive” per i 40 anni dall’avvio dell’esperienza

Sarà “40 anni di Servizio civile in Caritas. Tra memoria e prospettive” il tema del convegno che si svolgerà venerdì 15 dicembre, a Roma, presso The Church Village (via di Torre Rossa, 94). “Nella data che ricorda i 45 anni dall’entrata in vigore della prima legge sull’obiezione di coscienza al servizio militare, il convegno – si legge in una nota – celebra l’avvio dell’esperienza del servizio civile in Caritas Italiana”. “La convenzione con il Ministero della difesa – prosegue la nota – fu infatti firmata il 10 giugno 1977, con l’avvio dei primi due obiettori di coscienza il successivo 15 settembre”. Da allora sono stati quasi 100mila i giovani obiettori in servizio civile nelle Caritas diocesane, cui si aggiungono dal 2001 oltre 10mila ragazzi e ragazze del nuovo servizio civile nazionale. Il convegno prenderà il via alle 10 con il videomessaggio del card. Francesco Montenegro, presidente di Caritas Italiana, e gli interventi di mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, di Luigi Bobba, sottosegretario al Ministero del lavoro e delle politiche sociali con delega al Servizio civile, di Calogero Mauceri, capo Dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale del Governo italiano, e di Licio Palazzini, presidente di Cnesc. Seguiranno la relazione di Maurizio Ambrosini, docente di sociologia all’Università di Milano su “Giovani e servizio civile: come sono cambiati in 40 anni?” e la tavola rotonda su “Giovani e servizio civile in Caritas in 40 anni” coordinata da Francesco Marsico di Caritas Italiana con la partecipazione di Luciano Gualzetti (Caritas Ambrosiana), Silvana Piccinini (Caritas Genova) e don Maurizio Tarantino (Caritas Otranto). Nel pomeriggio, dopo la relazione di Walter Nanni, di Carita Italiana, su “Giovani e servizio 2001-2016: una ricerca tra le Caritas diocesane”, è prevista un’altra tavola rotonda, dedicata a “Il mio servizio civile. Testimonianze di obiettori e volontari” a cui prenderanno parte Bruna Dilena, Alfredo Remedi, Mauro Salvatore e Francesco Tripodi. Le conclusioni saranno affidate a don Francesco Soddu, direttore di Caritas Italiana.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia