Mediterraneo: Pftim sezione San Luigi, sabato tavola rotonda su “identità e crisi, tra storia, cultura e religione”

Di “Identità e crisi del Mediterraneo tra storia, cultura, religione” si discuterà sabato 16 dicembre, dalle ore 10.50 alle ore 12.30, a Napoli, nella sala convegni della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia meridionale (Pftim), sezione “San Luigi”, in viale Sant’Ignazio di Loyola 51. Organizzata dalla Scuola di alta formazione di arte e teologia, nell’ambito del corso “Operatore per la valorizzazione dei beni culturali del Mediterraneo”, la tavola rotonda si configura come un workshop che ha “l’obiettivo di rintracciare gli elementi che, all’interno del patrimonio culturale, storico-artistico e religioso, testimonino il ruolo e il legame del Mediterraneo con i popoli, le parole, i territori, individuando i momenti i crisi e riscoprendo l’importanza del dialogo”. Il Mediterraneo, in effetti, è stato individuato come tema specifico del biennio 2017/18‐2018/19.
Coordinato da padre Emanuele Iula, l’incontro prevede la partecipazione di Sergio Tanzarella, Valerio Petrarca e padre Antuan Ilgit. Si rifletterà “sulla fortuna delle nozioni di ‘identità’ e di ‘popolare’, connettendola con i dinamismi sociali del Mediterraneo negli ultimi decenni. Attraverso alcuni esempi di studio, si faranno emergere temi utili per il dibattito riguardante l’interpretazione delle dinamiche religiose, istituzionali e popolari, negli scenari della globalizzazione”. Previsto anche un focus sulla Turchia: considerata dai Papi Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco come “ponte naturale tra due Continenti”, è chiamata ad essere “non soltanto un crocevia di cammini ma anche un luogo di incontro e di dialogo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia