Focolari: Voce (presidente), “avvio della cattedra ecumenica Athenagoras-Lubich è motivo di grande gioia”

“Avendo sempre vivo in cuore l’agire di Dio che si è manifestato negli storici incontri avvenuti tra Chiara Lubich e il Patriarca Athenagoras, da lei subito riconosciuto quale figura eminente nel cammino di riconciliazione della cristianità, è motivo di grande gioia l’avvio della cattedra ecumenica internazionale a loro intitolata presso l’Istituto universitario ‘Sophia’”. Lo ha scritto Maria Voce in un messaggio inviato a mons. Piero Coda, preside dell’Istituto universitario “Sophia” in occasione dell’inaugurazione della cattedra ecumenica internazionale Athenagoras-Lubich. Secondo Voce, “fa onore al preside e all’intero corpo docente l’aver preparato con competenza e passione questo atteso appuntamento, formalizzato in occasione del conferimento del dottorato honoris causa in Cultura dell’Unità a Sua Santità il Patriarca Bartolomeo”. “Tale progetto accademico – osserva – rappresenta un momento importante nelle relazioni ecumeniche in atto tra le Chiese sorelle di Oriente e di Occidente e apre prospettive affascinanti per uno studio incentrato nel rispettoso dialogo, che si prospetta ancor più arricchente nel dono reciproco a livello di riflessione teologica e di una antropologia di comunione”. “L’impegno profetico a promuovere l’unità – evidenzia Voce – testimoniato in modo lungimirante dal Patriarca Athenagoras e da Chiara Lubich – tanto reale quanto innovativo perché coinvolge coerenza di vita e pensiero -, traccia ancora la via di luce per la ricerca delle nuove generazioni da percorrere nella cattedra che oggi si apre a ‘Sophia’”. “Per dar inizio al programma congiunto di studi – nota la presidente dei Focolari – penso che non ci poteva essere momento più propizio dell’Avvento, periodo in cui ci prepariamo insieme ad accogliere il Cristo che viene per lasciarci illuminare dalla Sua sapienza”. “Nel sì di Maria, che ci è madre e maestra nell’ascolto e nella vita della Parola, saluto tutti i convenuti e auguro a studenti e docenti di procedere con fiducia, lasciandosi sorprendere da quanto Dio in mezzo a noi vorrà operare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia