Comunicazione: Menozzi (storico), “conoscere il passato” per affrontare “rivoluzione digitale”

“Conoscere il presente significa conoscere meglio il presente e migliorare il futuro”. Ad assicurarlo è stato lo storico Daniele Menozzi, moderando la tavola rotonda svoltasi presso la Filmoteca vaticana sui 60 anni della Miranda Prorsus. Ricordando che l’attenzione della Santa Sede ha attraversato tutto il Novecento, Menozzi ha fatto notare che Pio XII, “di fronte all’avvento dei nuovi mezzi di comunicazione di massa, cominciò a ripensare il rapporto tra Santa Sede e media”. Prima di lui, la tendenza era a “usare i media per dirigere, controllare, moralizzare la comunicazione”: con Papa Pacelli, invece, “questi nuovi strumenti non sono più visti come un pericolo che va controllato o diretto, ma come canali attraverso i quali si può contribuire allo sviluppo della persona e della sua dignità”. Un atteggiamento, quello di Pio XII, che per lo storico è ancora di attualità, “in un momento di grandi trasformazioni come quello determinato dalla rivoluzione digitale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia