Diocesi: Verona, a San Silvestro la festa “Ultimo di Noi” per condividere il cenone con chi è in difficoltà

Una festa nel segno dell’inclusione. La diocesi di Verona continua a seguire chi vive le periferie esistenziali anche attraverso una festa dedicata per San Silvestro. Si tratta di “Ultimo con Noi”, il tradizionale un evento diocesano con le persone e le famiglie che si trovano in una fase della loro vita in disagio e fragilità, alle quali è dedicato il cenone in Fiera con una grande festa che richiama moltissimi cittadini veronesi che vogliono condividere il pasto dell’ultimo giorno dell’anno con chi è in difficoltà. “Noi cristiani – afferma il direttore della Caritas diocesana, mons. Giuliano Ceschi – abbiamo il dovere di rispondere ai nostri fratelli in bisogno nello stesso modo in cui abbiamo il dovere di rispondere a Cristo che si è fatto povero. L’occasione dell’Ultimo chiama tutti i cittadini di Verona a partecipare per condividere il pane con chi non lo ha”. Don Giampaolo Melchiori, neo direttore del Centro di pastorale adolescenti e giovani, aggiunge: “Ai nostri giovani proponiamo un’esperienza importante anche nella giornata del 31 dicembre dalle 14.15 e fino alle 18: divenire animatori e portatori di gioia e allegria nelle case di riposo, un’occasione di scoperta dell’altro che soffre”. La festa 2017 si svolgerà nei locali della Fiera di Verona, nell’ampio Salone Margherita, che può accogliere comodamente oltre 700 persone. E come la scorsa edizione, anche questa avrà una speciale attenzione al bisogno alimentare, tanto che si ripeterà l’evento “Regalando Viveri”, organizzata dal 26 al 31 dicembre dall’Operazione Mato Grosso che sta distribuendo in questi giorni 65.000 volantini nei quartieri della città per raccogliere generi alimentari a lunga conservazione e a lunga scadenza. Saranno circa 250 giovani a bussare ai campanelli per raccogliere scatolette di tonno o di carne, olio di oliva e di semi, legumi, semolino, fette biscottate, pasta, riso, pomodoro. La raccolta di viveri sarà poi distribuita agli Empori della Solidarietà di Verona e a una mensa della baraccopoli di Chimbote, in Perù. “Lo scorso anno abbiamo raccolto 340 quintali di viveri – spiega Marco Quintarelli, referente di Regalando i Viveri –; quest’anno speriamo di arrivare a 500 quintali. In più il 31 dicembre il gruppo Operazione Mato Grosso si occuperà anche di cucinare per tutti i partecipanti al cenone in Fiera”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy