Terzo settore: Fiaschi (portavoce Forum), “soddisfatti per il riconoscimento di associazione più rappresentativa. Segna un passaggio culturale”

“Si tratta di un momento importante per il Terzo settore italiano che per la prima volta esprime una rappresentanza autonoma all’interno di un organo istituzionale. E siamo molto soddisfatti per questo riconoscimento che segna un passaggio culturale ed un rilevante risultato politico e che realizza pienamente il principio di sussidiarietà, introdotto dall’articolo 118 della nostra Costituzione”. Così la portavoce del Forum nazionale del Terzo settore, Claudia Fiaschi, commenta il riconoscimento avvenuto nei giorni scorsi da parte del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali riguardo al fatto che il Forum nazionale del Terzo Settore, a conclusione della procedura di avviso pubblico per l’attuazione degli articoli 59 e 64 del Codice del Terzo Settore, risulta essere l’associazione di enti del Terzo settore maggiormente rappresentativa sul territorio nazionale, in ragione del numero degli enti aderenti. “Il Codice – si legge in una nota – prevede, tra le altre cose, che l’organismo maggiormente rappresentativo possa indicare direttamente una propria rappresentanza per il Consiglio nazionale del Terzo settore”. “Da vent’anni – prosegue Fiaschi – il Forum si impegna perché venga riconosciuto il suo ruolo di rappresentanza unitaria di tutto il Terzo settore”. “Il nostro auspicio – conclude – è che questo riconoscimento rafforzi l’autonoma soggettività politica del nostro mondo e serva a costruire relazioni positive con le istituzioni pubbliche nazionali e locali sui tanti temi di iniziativa in cui sono impegnate, ogni giorno, le organizzazioni del Terzo settore italiano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy