This content is available in English

Violenza contro le donne: domani Giornata internazionale. Commissione Ue, “in Europa vittima una donna su tre”

(Bruxelles) “In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, ribadiamo ancora una volta: la violenza deve ora finire!”: lo si legge nella Dichiarazione della Commissione europea pubblicata alla vigilia della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne (25 novembre). “La violenza contro le donne e le ragazze si verifica ancora ogni giorno, all’interno e all’esterno dell’Unione europea. Questa violazione dilagante dei diritti umani ha molte facce diverse: avviene indipendentemente dal contesto sociale, a casa, al lavoro, a scuola, per strada, nelle attività sportive o anche online. Limita la piena partecipazione delle donne e delle ragazze a tutti gli aspetti della società – politico, culturale, sociale ed economico”. La Commissione rileva che in Europa “una donna su tre ha subito una violenza fisica o sessuale. L’80% delle vittime della tratta all’interno dell’Ue è di sesso femminile. Nei Paesi in via di sviluppo, una ragazza su tre risulta sposata prima di aver compiuto i 18 anni d’età”. “Le cose stanno comunque iniziando a cambiare. Negli ultimi trent’anni, il numero dei casi di mutilazione genitale femminile in Africa è calato del 50%. In Asia meridionale, la percentuale di ragazze sposate di età inferiore ai 15 anni è diminuito della metà. E la recente mobilitazione mondiale #metoo ha incoraggiato le vittime a far sentire la propria voce e a rivendicare e difendere i propri diritti”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy