Festival Dottrina sociale: card. Tagle, “affrontare la quarta rivoluzione industriale mobilitando cuori, pensieri e anime”

Bisogna “affrontare la quarta rivoluzione industriale, caratterizzata dalla presenza ovunque di internet, di sensori più piccoli e più potenti, da intelligenza artificiale e machine learning, mobilitando cuori, pensieri e anime”. Lo ha affermato il card. Luis Antonio Tagle, arcivescovo di Manila e presidente di Caritas Internazionalis, intervenendo sul tema “Fedeltà è cambiamento”, ieri sera in apertura della settima edizione del festival della Dottrina sociale della Chiesa, a Verona. Durante il suo intervento, in cui ha citato in più momenti le parole di Papa Francesco, il porporato ha analizzato le ricadute della nuova rivoluzione industriale sul lavoro, sulle aspettative dei consumatori, sui governi, sull’insicurezza, sulle diseguaglianze sociali e sulla comunità. “Gli esperti non parlano di cambiamento ma di rottura”, ha sottolineato. Da qui la necessità, segnalata dal cardinale, di “risvegliare tre tipi di intelligenza per rispondere a questi cambiamenti: l’intelligenza contestuale, cioè sviluppare la capacità di capire i contesti, agilità intellettuale e sociale per maturare interessi e opinioni; l’intelligenza emozionale, secondo cui mente e cuore devono incontrarsi e non lottare l’una contro l’altra; l’intelligenza ispirata, cioè l’ispirazione nella ricerca dell’anima e dello scopo – ha concluso -. L’anima dovrebbe ispirare fiducia per raggiungere obiettivi comuni e non personali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy