This content is available in English

Papa Francesco: udienza, la Messa “non è soltanto un ricordo”

foto SIR/Marco Calvarese

“La Messa è il memoriale del mistero pasquale di Cristo”, che “ci rende partecipi della sua vittoria sul peccato e la morte, e dà significato pieno alla nostra vita”. Lo ha detto il Papa, nell’udienza di oggi, in cui si è soffermato sulla parola “memoriale”, che “non è soltanto il ricordo degli avvenimenti del passato, ma li rende in certo modo presenti e attuali. Proprio così Israele intende la sua liberazione dall’Egitto: ogni volta che viene celebrata la Pasqua, gli avvenimenti dell’Esodo sono resi presenti alla memoria dei credenti affinché conformino ad essi la propria vita”. “Gesù Cristo, con la sua passione, morte, risurrezione e ascensione al cielo ha portato a compimento la Pasqua”, ha detto Francesco: “E la Messa è il memoriale della sua Pasqua, del suo esodo, che ha compiuto per noi, per farci uscire dalla schiavitù e introdurci nella terra promessa della vita eterna”. “Non è soltanto un ricordo, è di più, è fare presente ciò che è accaduto venti secoli fa”, ha aggiunto a braccio. “L’Eucaristia ci porta sempre al vertice dell’azione di salvezza di Dio”, ha proseguito il Papa: “Il Signore Gesù, facendosi pane spezzato per noi, riversa su di noi tutta la sua misericordia e il suo amore, come ha fatto sulla croce, così da rinnovare il nostro cuore, la nostra esistenza e il nostro modo di relazionarci con lui e con i fratelli”. Poi la citazione della Lumen gentium: “Ogni volta che il sacrificio della croce, col quale Cristo, nostro agnello pasquale, è stato immolato, viene celebrato sull’altare, si effettua l’opera della nostra redenzione”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy