Diocesi: Assisi, venerdì 24 un convegno di formazione sul “sovvenire”

Capire le modalità e i benefici derivanti dalla destinazione dell’8xmille o delle donazioni liberali. Rivolgendosi sia ai parroci che ai cittadini che vogliono fare un’offerta alla Chiesa cattolica il convegno dal titolo: “Formazione diocesana sul sovvenire” che si terrà venerdì 24 novembre, dalle 18,30 alla Domus Pacis di Santa Maria degli Angeli, “vuole aiutare un vasto pubblico a conoscere, comprendere e decidere. Un incontro rivolto a tutti e in particolare a sacerdoti, religiosi e religiose, membri dei consigli pastorali e degli affari economici, aggregazioni laicali, commercialisti e fedeli per richiamare la loro attenzione su un argomento di fondamentale importanza che merita di essere diffuso e comunicato al fine di sensibilizzarne il valore”, si legge in un comunicato della diocesi di Assisi-Nocera Umbra-Gualdo Tadino. “Invito tutti a partecipare a questo interessante appuntamento – rende noto l’incaricato diocesano per il Sovvenire, Eduardo D’Amico – in quanto è necessario conoscere gli aspetti del sostegno economico alla chiesa cattolica, per darne visibilità e spiegarne altresì la normativa di riferimento. L’incontro è volto a presentare questo servizio ecclesiale a coloro che non lo conoscono e, al tempo stesso, consentire un approfondimento per coloro che ne conoscono solo qualche aspetto, ma anche a rendere noto, nel rispetto della trasparenza, a quali scopi la Chiesa destina i fondi ricevuti”. Come da programma, dopo i saluti di Edoardo D’Amico che aprirà i lavori, interverranno il vescovo di Assisi–Nocera Umbra–Gualdo Tadino, mons. Domenico Sorrentino, il vescovo delegato dalla Ceu per il sovvenire, mons. Mario Ceccobelli, il delegato nazionale della Cei, Paolo Cortellessa, che terrà la relazione esplicativa. La seconda parte sarà aperta al dibattito e alle domande del pubblico.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy