Vescovi inglesi: contrasto al traffico di esseri umani, i rapporti delle Commissioni sugli abusi e un’inchiesta sui giovani cattolici al centro della prossima plenaria

Una campagna di articoli sul più venduto giornale londinese, l’”Evening Standard”, dedicati al lavoro che la Chiesa inglese fa per combattere il traffico umano a Londra, i rapporti delle due Commissioni che si occupano di abusi sui minori, “National Catholic Safeguarding Commission” e “Catholic Safeguarding Advisory Service” e un’inchiesta condotta tra tremila giovani cattolici in vista del Sinodo sul discernimento vocazionale del 2018. Questi i temi più importanti nell’agenda dei vescovi cattolici di Inghilterra e Galles che cominciano la loro Assemblea plenaria di autunno lunedì 13 novembre.
All’ordine del giorno anche il lavoro ecumenico da proseguire nell“Arcic”, la Commissione per il dialogo tra cattolici e anglicani, dopo la funzione alla “Westminster abbey” del 31 ottobre scorso, durante la quale il card. Vincent Nichols, arcivescovo di Westminster e primate della Chiesa cattolica di Inghilterra e Galles, e il primate anglicano, Justin Welby, hanno commemorato insieme i 500 anni della Riforma.
“Abbiamo condotto un’inchiesta importante, tra oltre tremila giovani, che ci dà il polso della situazione riguardo alle preoccupazioni e ai punti di vista degli adolescenti cattolici, inchiesta che sarà utilissima ai vescovi quando dovranno stendere il loro rapporto finale da inviare al Segretariato del Sinodo sui giovani del 2018”, spiega Alexander des Forges, portavoce della Conferenza episcopale inglese e gallese.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy