This content is available in English

Parlamento europeo: in distribuzione la guida “Zero molestie sul posto di lavoro”

Una delle insegne contro le molestie sul posto di lavoro presenti nella sede del Parlamento europeo a Bruxelles

(Bruxelles) Anche il Parlamento europeo prende misure rispetto alla pratica delle molestie sessuali e pubblica una guida di sedici pagine “per i membri del Parlamento europeo” che s’intitola “Zero molestie sul posto di lavoro”. L’idea è che il Parlamento sia un “esempio” di “condotta irreprensibile nel portare avanti i propri doveri” in uno stile capace di “prevenire conflitti e molestie sul posto di lavoro”, spiega il presidente Antonio Tajani nella breve presentazione. La Guida indica “come evitare comportamenti impropri verso il proprio staff” e come “gestire la situazione in caso si sia coinvolti in una procedura per molestie”. Il primo consiglio è: usare la giusta metodologia per selezionare i propri collaboratori (con l’offerta di indicazioni). Si consiglia poi di essere, oltre a un buon politico, anche un buon manager del team da cui si è affiancati quindi, ad esempio, essere “chiaro e trasparente nella divisione dei compiti”, mai usare “linguaggio scurrile” né “fare commenti sull’aspetto fisico dei collaboratori”, “non affidare compiti che esulino dal proprio mandato politico”. La brochure, che è online, spiega poi che cosa siano le molestie psicologiche e quelle sessuali: per cui “solo un comportamento sgradito è considerato molestia, mentre incontri consensuali non sono tali se non sgraditi o offensivi”. Il manager che riprende i propri collaboratori non molesta se lo fa entro certi crismi. Il criterio: domandarsi sempre “io accetterei questo trattamento da un mio superiore?”

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy