Settimana sociale: Rossini (Acli), “diamo al lavoro un significato condiviso e da problema diventi un progetto”

Un filo rosso unisce Napoli a Cagliari. È quello del lavoro. L’umanità del lavoro nell’economia dei robot è stato l’argomento principale del 50° Incontro nazionale di studi che si è tenuto a metà settembre nel capoluogo campano. Ora le Acli sono presenti in Sardegna alla 48ª edizione delle Settimane sociali. A guidare la delegazione delle Acli c’è il presidente delle Associazioni Roberto Rossini, che a margine dei lavori di apertura ha dichiarato: “Attorno al lavoro si collocano le grandi questioni di oggi: democrazia, etica pubblica, partecipazione, dialogo fra le parti sociali, rispetto delle regole, riforma delle istituzioni, solidarietà, coesione sociale”. Per questo, aggiunge Rossini, “ci siamo sentiti interpellati e abbiamo intrapreso un cammino per comprendere come tornare a progettare un futuro in cui il lavoro abbia un ruolo decisivo. Occorre dare al lavoro significati condivisi affinché diventi, da problema, progetto. Se c’è progetto c’è investimento individuale e collettivo e l’inserimento del lavoro in un nuovo modello di convivenza civile a misura dell’umano”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy