Notizie Sir del giorno: strage Las Vegas, referendum Catalogna, abusi sui minori, Aleppo, Galantino su “Evangelii Gaudium”

Las Vegas: card. DiNardo, “terrore inspiegabile”. Preghiere per le vittime della tragedia

(da New York) “Il mio cuore e le mie preghiere come quelle di tutti i vescovi della Chiesa statunitense sono rivolti alle vittime della tragedia di Las Vegas”. Così il cardinale Daniel N. DiNardo, presidente della Conferenza episcopale degli Usa, commentando la sparatoria nella capitale del Nevada, che ha provocato 50 vittime e oltre 400 feriti tra gli spettatori di un festival di musica country. “Ci siamo svegliati stamattina e abbiamo appreso di questa notte di terrore inspiegabile che ha colpito la città”, continua il cardinale che raccomanda caldamente di prendersi cura dei feriti di quella che è stata definita “la sparatoria di massa più sanguinosa nella storia del Paese”. (clicca qui; per il telegramma di cordoglio del Papa: clicca qui)

Parlamento europeo: la Catalogna “approda” a Strasburgo. In plenaria Brexit, Ryanair, sicurezza informatica

(Strasburgo) Il referendum catalano e gli ultimi attentati terroristici entrano nella sede di Strasburgo del Parlamento europeo, dove da oggi pomeriggio a giovedì 5 si svolge la prima sessione plenaria di ottobre. La situazione fra Barcellona e Madrid si discute in ogni angolo del palazzo. In emiciclo approdano nel frattempo diversi temi rilevanti: anzitutto i modesti “progressi sostanziali” sui termini del divorzio fra Ue e Regno Unito. A questo proposito i deputati discuteranno e voteranno martedì una risoluzione sul Brexit che delinea il contributo dell’Assemblea al vertice Ue a 27 del 20 ottobre a Bruxelles, quando i leader governativi saranno chiamati a valutare i progressi compiuti nei negoziati. (clicca qui)

Abusi sui minori: venerdì partecipanti Congresso Gregoriana consegneranno in udienza al Papa la “Dichiarazione finale”

Un video scioccante con la storia di 6 ragazzi, ripresi seduti in una stanza, in primo piano, tutti vittime di cyberbullismo, sexting. Le immagini si chiudono con la storia di un bimbo, con un orsacchiotto tra le mani che racconta l’abuso vissuto. “Non capivo che cosa avevo fatto di male. Non capivo perché quelle persone mi facevano male. Non ho fatto che urlare e piangere”. Si è aperta così la conferenza stampa di presentazione del primo congresso globale sul “Child Dignity in the Digital World” (La dignità del minore nel mondo digitale) che comincerà domani e terminerà venerdì 6 ottobre con l’udienza che i partecipanti avranno con papa Francesco al quale consegneranno la dichiarazione finale. “Dal Santo Padre – spiega padre Hans Zollner, presidente del Centre for Child Protection dell’Università Gregoriana – ci attendiamo una parola d’incoraggiamento ad andare avanti”. (clicca qui)

Aleppo: p. Alsabagh (parroco), “la città è distrutta come Sarajevo”. Ricostruite oltre 650 case

“La città è distrutta come Sarajevo o Varsavia dopo la Guerra Mondiale, ma abbiamo ricostruito oltre 650 case demolite o danneggiate seriamente. Questo intervento miracoloso, che è stato possibile grazie all’opera di tanti ingegneri cristiani, ci ha consentito di restituire alle famiglie la loro dignità, oltre a un luogo dove vivere. L’acqua e l’elettricità arrivano a intermittenza: quando sono disponibili nel mezzo della notte, le donne si mettono all’opera con le faccende domestiche, felici di poter adoperare dopo anni il ferro da stiro”. È quanto racconta al Sir padre Ibrahim Alsabagh, parroco della parrocchia latina di san Francesco di Assisi, nel quartiere di Azizieh, centro di Aleppo, parlando della situazione siriana, a margine di una mostra dedicata agli 800 anni della presenza francescana in Terra Santa, allestita a Crema, nella chiesa di san Bernardino. (clicca qui)

L’Osservatore Romano: dedicato allo stupro come tortura il mensile di ottobre “Donne Chiesa Mondo”

“Sta finalmente emergendo all’attenzione e alla coscienza del mondo il fenomeno dello stupro continuato e sistematico a cui sono sottoposti donne e bambini migranti”, ma “l’attenzione è tuttora troppo debole, non si prendono provvedimenti né giuridici né medici per farvi fronte”. “Equiparare giuridicamente lo stupro sistematico attuato su donne (e bambini) migranti alla tortura consentirebbe” invece “di affrontare il problema a livello internazionale, e non solo nazionale, con possibilità di intervento assai maggiori, e quindi di prevedere protocolli di riabilitazione ad hoc”. Lo scrive Anna Foa nell’editoriale del numero di ottobre di “Donne Chiesa Mondo”, il mensile de “L’Osservatore Romano”, dedicato allo “Stupro come tortura”. (clicca qui)

Evangelii Gaudium: mons. Galantino a Pistoia, “nuovo linguaggio ecclesiale” richiede di “uscire”

“Con i suoi scritti – in particolare con l’esortazione apostolica Evangelii gaudium – e con i suoi gesti, Papa Francesco sta richiamando a più riprese l’attenzione di tutti sul tema del linguaggio, ritenendolo uno strumento indispensabile per un rinnovato slancio che deve caratterizzare l’intera comunità ecclesiale”. Esordisce così mons. Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, nell’intervento con il quale apre, questo pomeriggio a Pistoia (Palazzo comunale – Piazza del Duomo), la 30ª edizione della Settimana teologica dedicata a “I linguaggi del divino”. L’efficacia del linguaggio, afferma, “è molto di più di un fatto tecnico. Un passaggio importante per essere protagonisti dei ‘linguaggi del divino’ è costituito dall’acquisizione di alcune condizioni: l’ascolto, la condivisione e l’attenzione prestata alla storia degli altri”. Punto di partenza il Vangelo. (clicca qui)

Diocesi: Taranto, inaugurata Casa “Madre Teresa di Calcutta”, centro di accoglienza straordinaria e oasi di spiritualità

Lo storico monastero di clausura di Taranto diventa Casa “Madre Teresa di Calcutta”, centro di accoglienza straordinaria per richiedenti asilo e oasi di spiritualità per singoli e gruppi che vogliono trascorrere del tempo tra preghiera e volontariato. Qui trovano ospitalità 27 migranti nelle “cellette” delle suore, rimaste intatte negli arredi per mantenere la sobrietà e la povertà del luogo. “Nell’ottica di un reale inserimento di questi ragazzi nella comunità – spiega don Francesco Mitidieri, anima di ‘Noi e Voi’, associazione che gestirà la Casa – abbiamo dedicato parte degli spazi alle cucine industriali, in cui potranno partire corsi di pizzeria, pasticceria e cucina, in collaborazione con la Federazione italiana cuochi. All’esterno lo spazio è in parte adibito per svolgere laboratori di agricoltura”. (clicca qui)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy