This content is available in English

Catalogna: messaggio di pace del card. Omella (Barcellona) e mons. Pujol (Terragona), “soluzione pacifica e democratica”

“La situazione di violenza che abbiamo vissuto oggi in Catalogna è deplorevole”. Prende la parola in tarda serata il cardinale Juan José Omella, arcivescovo di Barcellona, al termine di un’intensa giornata elettorale che ha messo a dura prova la città, alle prese, da una parte, con un referendum proibito dal governo di Madrid e, dall’altra, con le azioni delle forze di sicurezza e degli organi statali che hanno causato anche feriti. E proprio mentre le possibilità di un accordo tra il governo della Generalitat e il governo dello Stato spagnolo sembrano sempre più lontane, il cardinale torna ad indicare la via del “dialogo” e della “preghiera” per uscire dalla crisi. “Dobbiamo trovare una soluzione pacifica e democratica per la situazione che stiamo vivendo. Affidiamola al Dio della pace”.

Il cardinale Omella si unisce al messaggio di pace che anche l’arcivescovo di Tarragona, mons. Jaume Pujol, presidente della Conferenza episcopale tarragonese, ha lanciato ieri pomeriggio. “Bisogna fermare la violenza e gli scontri e trovare una via d’uscita” che sia “pacifica e democratica”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy