Festival della Missione: Cristina Togni, laica in Cambogia tra i premiati al “Nobel del missionario”

(dall’inviata a Brescia) – Cristina Togni fa parte della Comunità missionarie laiche del Pime e fin da giovanissima ha scelto di dedicare la vita ai ragazzi e adulti con disabilità fisiche e mentali gravi in Cambogia, dove “sono considerati uno scarto, abbandonati da tutti, perfino dalle famiglie”. E’ una dei tre missionari/e che hanno ricevuto oggi a Brescia, nella storica cornice del Palazzo Loggia, il Premio Cuore Amico 2017, oramai comunemente definito il “Premio Nobel ai missionari”. Organizzato dalla Onlus Cuore Amico, si colloca quest’anno all’interno del Festival della Missione in corso dal 12 al 15 ottobre, per iniziativa della diocesi di Brescia, della Conferenza degli istituti missionari e della Fondazione Missio. Intervistati dalla conduttrice Licia Colò i tre premiati hanno raccontato brevemente la loro vita e missione. Cristina Togni è arrivata in Cambogia nel 1996, quando il Paese si stava appena riprendendo dal sanguinoso regime dei kmer rossi e versava in condizioni di profonda miseria. “Eravamo in tre e ci siamo fatte forza nonostante le difficoltà – ha detto -. Ci siamo rese conto che la disabilità è vissuta come un karma, per colpe commesse nelle vite precedenti dei genitori. Perciò le famiglie si vergognano di questi bambini, non li registrano all’anagrafe e non li considerano parte della comunità. Inoltre il governo non offre nessun tipo di assistenza”. Perciò le tre missionarie laiche si sono rimboccate la maniche e hanno cominciato ad occuparsi dei bisogni dei più emarginati. Dopo aver dato vita ad un centro di ospitalità diurna per bambini, giovani e adulti portatori di disabilità e ad un’iniziativa di educazione e cura per disabili mentali, ora Cristina ha iniziato un nuovo progetto: una scuola per bambini autistici, visto che in Cambogia non esistono educatori formati. Destinerà il premio di 50.000 euro a questo progetto, ad una scuola per persone disabili gestita dai missionari gesuiti e ai più poveri di una comunità cristiana nei pressi della capitale Phnom Penh.

 

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy