Diocesi: Locri-Gerace, il vescovo Oliva ordina tre nuovi diaconi

Nella solennità dell’Epifania, monsignor Francesco Oliva, vescovo di Locri-Gerace, ha ordinato diaconi Gianluca Gerace, Antonio Mazzà e Lorenzo Santoro. “Un giorno di grazia, un grande dono del Signore alla nostra chiesa. Nel giorno dell’Epifania, il Signore si manifesta particolarmente generoso verso la nostra chiesa: Antonio, Gianluca e Lorenzo, entrando a far parte dell’ordine dei diaconi, accolgono la dimensione del servizio come scelta di vita”, ha detto il presule nella cattedrale. Commentando il brano evangelico dei magi che si recano ad adorare il bambino, mons. Oliva ha additato ai fedeli presenti “la nostra missione: annunciare che Gesù è nato per tutti, non solo per i migliori o per i peggiori. Più gli uomini e le donne sono lontani dalla fede e dalla luce di Dio, più hanno bisogno di lui”. “Più si sono emarginati o sono stati emarginati – ha proseguito il presule – più dobbiamo sentire il bisogno di accostarli. Per questo dovremo saper essere missionari: lo saremo se sapremo parlare di Gesù con parole ed opere, se sapremo dire con la vita che lui è il Vangelo, che quando s’incontra lui s’incontrano la bellezza e l’opera di Dio”. Rivolgendosi ai nuovi diaconi, mons. Oliva ha detto loro che “dopo il necessario itinerario formativo in seminario, ora siete pronti ad essere ministri di Cristo”. Ricordando che “sono tante le attese del nostro popolo”, li ha invitati a non farsi “idea di una chiesa ricca, organizzata e dispensatrice di onorificenze”. Infatti, per mons. Oliva “la soddisfazione più grande è il servizio umile e invisibile reso a coloro che nessuno considera e tratta, a coloro che vivono ai margini, ai più poveri”. Infine, il vescovo locrese ha espresso che “la nostra chiesa ha bisogno di recuperare la genuinità di una fede, che rinnova la vita e crea relazioni nuove, non compromesse dalla violenza e dalla falsità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy