Rosarno sette anni dopo: Coldiretti, “continuiamo a non arrenderci”

“La realtà torna sempre alla ribalta e mai – afferma Pietro Molinaro Presidente di Coldiretti Calabria – dobbiamo ammainare la bandiera”. È quanto dichiara Pietro Molinaro, presidente di Coldiretti Calabria, sette anni dopo la tragedia di Rosarno. La Coldiretti, ricorda il presidente, con l’iniziativa “Non lasciamo sola Rosarno…coltiviamo gli stessi interessi” non ha mai abbandonato l’obiettivo di coniugare giustizia economica e sociale. “Dopo la legge sul caporalato che in qualche modo racchiude ed è il corollario del progetto Coldiretti ‘Arance con il 10 in condotta’ – informa Molinaro – abbiamo nell’arco almeno cinque frecce che possiamo indirizzare nella giusta direzione: innalzamento della percentuale di succo nelle bibite dal 12 al 20% come previsto dalla normativa, indicazione di origine del succo sulle bibite come ormai avviene per altri prodotti, contratti di filiera in particolare con le multinazionali delle bibite, risorse Patto per la Calabria e Psr, progetto concreto di accoglienza diffusa”. Di qui l’appello della Coldiretti  al Ministro degli Interni, Marco Minniti, affinchè possa “aiutare un percorso che rappresenta una giusta ambizione che dobbiamo incoraggiare e necessariamente perseguire”. “Non possiamo assistere passivamente alla crescita di diseguaglianze che poi alimentano quella che dall’inizio abbiamo chiamato la catena dello sfruttamento”, ammonisce Molinaro, che assicura: “Come Coldiretti continuiamo e non arrenderci”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy