Austria: Caritas Vienna, progetto di reinserimento lavorativo per disoccupati di lungo corso

Venti posti di lavoro temporaneo per disoccupati di lunga durata, assicurati dalla Caritas di Vienna, in accordo con la Ams-Arbeitmarktservice Wien, società di intermediazione di lavoro e in collaborazione con una importante catena di supermercati: è il risultato di un progetto che avrà dimensioni più vaste e non solo limitato all’area geografica viennese, che la Caritas ha impostato come una operazione socio-economica che unisca gli interessi del datore di lavoro con le offerte del mercato, in favore di persone con difficoltà lavorative pluriennali. Il tasso di disoccupazione in Austria richiede – secondo la Caritas – nuovi approcci creativi: progetti come questo “possono offrite stabili prospettive – ha detto il Klaus Schwertner, segretario generale di Caritas Vienna – anche per persone che altrimenti avrebbero difficoltà a rimanere sul mercato del lavoro e che invece così hanno la possibilità di mostrare ciò che possono fare”. Secondo la responsabile nazionale di Ams, Petra Draxl, per molte persone il progetto diventa “il modo giusto per ritrovare un punto d’appoggio”: grazie al partenariato con il datore di lavoro che è parte in causa dell’iniziativa sociale, l’ingresso nel mercato è facilitato. Oltre a Vienna, il progetto è già attivo in Carinzia, Stiria e Alta Austria.
La Caritas agisce come garante responsabile, e l’inserimento dei 20 disoccupati di lungo corso è facilitato da 7 responsabili della produzione che svolgono un lavoro di coaching e riqualificazione professionale. Attualmente in Austria sono registrati 470mila disoccupati a fronte di 42mila richieste. La sola Vienna conta 168mila disoccupati.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy