Salute mentale: alla Gregoriana convegno sulle politiche nazionali

Domani e sabato 28 gennaio si terrà a Roma all’Università Gregoriana (Piazza della Pilotta 4), il convegno “Riprendersi: i fattori determinanti della salute mentale”, organizzato dalla Fondazione internazionale Don Luigi Di Liegro e dalla Fondation d’Harcourt, in collaborazione con l’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti ed il contrasto delle malattie della povertà (Inmp).  Al convegno parteciperanno, fra gli altri, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin e il sindaco di Roma Virginia Raggi. Il convegno, rivolto a medici, infermieri, psicologi, tecnici della riabilitazione psichiatrica, educatori professionali, assistenti sanitari e terapisti occupazionali, si propone di “mettere a fuoco l’efficacia, i limiti e le prospettive dell’approccio biomedico in salute mentale ed evidenziare il ruolo determinante dei fattori personali e sociali connessi al paradigma della cosiddetta recovery”. Gli studi epidemiologici mostrano che la prognosi delle malattie mentali gravi, che rappresentano oggi una delle maggiori cause di disabilità a livello mondiale, non è migliorata come si sperava. “L’approccio biomedico – affermano i promotori del convegno – deve tener conto e integrarsi con il contesto sociale di vita dei malati e le risorse disponibili nell’evoluzione a lungo termine dei disturbi mentali, soprattutto per ciò che riguarda le patologie più gravi”. L’Inmp, ente pubblico del Sistema sanitario nazionale afferente al Ministero della Salute, ha recentemente siglato un accordo di collaborazione con la Fondazione internazionale Don Luigi Di Liegro, che realizzerà attività di volontariato a favore degli utenti dei servizi medici, psicologici e sociosanitari del poliambulatorio Inmp, soprattutto persone con disagio psichico e marginalità sociale. Tra i temi che saranno affrontati al convegno, “l’esclusione delle persone con disturbi psichici, fra le più vulnerabili della nostra società, e i loro diritti all’inclusione e all’accesso alle cure”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy