Terremoto: mons. D’Ercole (Ascoli Piceno), “situazione drammatica, preghiamo di uscirne al più presto”

“Difficile incoraggiare la gente in queste condizioni – dichiara –, quando abbiamo nell’Ascolano la gran parte dei Comuni isolati senza acqua e senza luce da giorni. La gente è spaventata ed angosciata, la situazione è drammatica, specialmente dal punto di vista sociale. Il loro vescovo, però, è con loro. Io soffro con loro, prego con loro, perché questa emergenza finisca presto”. Così monsignor Giovanni D’Ercole nel commentare la situazione delle popolazioni terremotate: la sua diocesi, Ascoli Piceno, ha pagato un durissimo prezzo in termini di vite umane dopo che le tremende scosse del 24 agosto hanno praticamente raso al suolo Arquata del Tronto e Pescara del Tronto.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa