Terremoto: Coldiretti Lazio, con scosse e neve “la disperazione degli allevatori è devastante”

“Ritorna la paura. Il gelo non allenta la morsa. Nevica senza sosta. Le nuove scosse hanno lesionato o, peggio, causato il crollo di altre stalle tra Amatrice e Accumoli. Le emergenze si accavallano, si sovrappongono. La disperazione degli allevatori, questa volta, è devastante. Quel poco che si era salvato è venuto giù sotto il peso della nevicata della scorsa notte e sotto i colpi imprevisti del nuovo sciame sismico”. A denunciarlo oggi è la Coldiretti Lazio, che anche questa mattina ha sollecitato le istituzioni e gli organismi deputati alla gestione dell’emergenza ad intensificare le attività di soccorso e di assistenza agli allevatori che sono rimasti nelle loro case e nelle loro aziende per non abbandonare gli animali e per non interrompere la mungitura. “Il dramma vero è quello che si sta consumando nelle campagne. Anche oggi, poco prima delle nuove scosse di terremoto – dice David Granieri, presidente della Coldiretti del Lazio – ho ricevuto richieste di aiuto dai nostri associati. Sono in uno stato di gravissimo disagio. Se non li aiutiamo subito andranno via, nelle campagne non resterà nessuno e allora davvero sarà la fine di Amatrice e Accumoli”. “Stiamo vivendo una situazione di emergenza – aggiunge il direttore della Coldiretti del Lazio, Aldo Mattia – che richiede risposte adeguate, drastiche, immediate. Le nostre denunce sono servite ad accelerare i tempi di consegna delle stalle, ma non basta, ci sono ancora troppe situazioni di criticità. Il governo invii l’esercito e gli esperti del Genio Civile. Il terremoto ha aggravato le perdite e i disagi già causati del maltempo. Aiutiamo gli allevatori, gli unici rimasti a presidiare le frazioni di Amatrice e di Accumoli. Se loro mollano, avremo perso tutti. Questi due comuni rischiano lo spopolamento”. Il personale della federazione della Coldiretti di Rieti continua a presidiare Amatrice con la propria postazione mobile, un modulo posizionato nel piazzale delle farmacie per assistere allevatori, agricoltori, ma anche tutti gli altri cittadini bisognosi di sbrigare pratiche amministrative o di assistenza e consulenza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy