Notizie Sir del giorno: terremoto nel Centro Italia, ecumenismo, migranti, emergenza freddo

Terremoto: quattro forti scosse tra il Lazio e l’Abruzzo

A cinque mesi dal terremoto del 24 agosto, la terra continua a tremare nel Centro Italia. Oggi quattro forti scosse: alle 10.25 con magnitudo 5.1, alle 11.14 con magnitudo 5.5,  alle 11.25 con magnitudo 5.4, alle 14.33 con magnitudo 5.0. E ai disagi per le forti nevicate si somma la paura in zone già colpite. “La gente ha una comprensibile paura, ma reagisce con tenacia e dignità, virtù tipiche della gente di montagna”, sottolinea l’arcivescovo de L’Aquila, monsignor Giuseppe Petrocchi. Ma “questo martellante sciame sismico mette le persone in difficoltà emotiva”, riconosce monsignor Domenico Pompili, vescovo di Rieti. (clicca qui)

Migranti: don Di Mauro (Cei), la Chiesa italiana “non sta a guardare”

La Chiesa italiana vuole essere vicina, con azioni concrete, a chi si mette in viaggio in cerca di una vita migliore, mettendosi in ascolto dei migranti e delle Chiese locali coinvolte lungo il cammino di migrazione. Con questo spirito si è svolto oggi alla Cei un incontro con monsignor Vincent Louis Marie Landel, arcivescovo di Rabat (Marocco). “Questo sforzo che stiamo facendo vuole essere l’espressione di una Chiesa che non sta a guardare, che non sta al balcone, come dice spesso il Papa, ma che vuole essere presente”, afferma don Leonardo Di Mauro, direttore del Servizio per gli interventi caritativi a favore del terzo mondo. (clicca qui)

Papa Francesco: udienza, “guardiamo più a ciò che ci unisce che a ciò che ci divide”

Giona, “profeta in uscita, ma anche profeta in fuga”, inviato da Dio “in periferia, a Ninive, per convertire gli abitanti di quella grande città”. È il tema dell’udienza di oggi, che Papa Francesco ha tenuto in un’Aula Paolo VI gremita di migliaia di fedeli. Nei saluti nelle varie lingue, il riferimento alla Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, . “Ricordo con commozione la preghiera ecumenica a Lund, in Svezia, il 31 ottobre scorso”, ha detto il Papa: “Nello spirito di quella commemorazione comune della Riforma, noi guardiamo più a ciò che ci unisce che a ciò che ci divide, e continuiamo il cammino insieme per approfondire la nostra comunione e darle una forma sempre più visibile. In Europa questa comune fede in Cristo è come un filo verde di speranza: apparteniamo gli uni agli altri. Comunione, riconciliazione e unità sono possibili”. (clicca qui)

Ecumenismo: metropolita Hilarion, tra Mosca e Roma “relazioni molto buone e costruttive”

C’è “un dialogo costante” tra Mosca e Roma, anche se una visita del Papa in Russia “non è in agenda”. Il metropolita di Volokolamsk, Hilarion, responsabile del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca, fa il punto sullo stato delle relazioni tra la Chiesa cattolica e la Chiesa ortodossa russa in un’intervista rilasciata al Sir e a “Famille Chrétienne” a margine del V Forum europeo cattolico-ortodosso. (clicca qui)

Unità dei cristiani: Ccee e Kek, “le molteplici crisi dell’Europa ci avvicinano ancor più”

“Le molteplici crisi che l’Europa e gli Stati vicini sono chiamati ad affrontare ci avvicinano ancor più”. È quanto scrivono i presidenti del Consiglio delle Conferenze episcopali d’Europa (Ccee), cardinale Angelo Bagnasco, e della Conferenza delle Chiese europee (Kek), il reverendo anglicano Christopher Hill, in un messaggio congiunto pubblicato in occasione della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani. (clicca qui)

Emergenza freddo: agricoltura e allevamento in ginocchio, 700 milioni di euro di danni

Oltre 700 milioni di euro, tra danni alle produzioni e alle strutture e mancata commercializzazione; almeno diecimila le aziende in difficoltà. Sono i dati forniti da Confederazione italiana agricoltori e da Coldiretti, in seguito all’ondata di freddo e maltempo che imperversa sull’Italia. (clicca qui)

Emergenza freddo: la notte dei clochard nella chiesa di san Callisto

Il racconto di una notte chiesa di San Callisto, nel quartiere romano di Trastevere, che la Santa Sede ha messo a disposizione per l’accoglienza notturna di una trentina di persone senza dimora. (clicca qui)

 

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy