Diocesi: mons. Beschi (Bergamo) ai giornalisti, “la vostra passione diventi servizio al bene comune”

“Sono convinto che voi avete un compito affascinante: rivolgere uno sguardo sul mondo e offrirne agli altri la lettura, creando l’ossatura della consapevolezza di qualunque società”. È quanto scrive monsignor Francesco Beschi, vescovo di Bergamo, in una “lettera aperta” indirizzata a “giornalisti, comunicatori, web influencer, addetti in uffici stampa o in poliedriche attività nell’arcipelago dei media”. “Avete tra le mani – prosegue il presule nella missiva, scritta in occasione della festa di San Francesco di Sales, patrono dei giornalisti, che si celebra il 24 gennaio – gli strumenti potenti dell’immagine, della voce e della parola e vi voglio personalmente ringraziare per tutte le volte in cui la vostra passione diventa servizio al bene comune per la nostra amata terra bergamasca e per quando al centro della notizia viene posta l’attenzione all’uomo, chiunque esso sia”. “Se la critica è non solo legittima, ma anche necessaria, così come la denuncia del male – puntualizza il vescovo – tuttavia il rispetto dell’altro, della sua vita, dei suoi affetti, non può essere un optional”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy