This content is available in English

Unione europea: Premio Cese per la società civile a favore di iniziative per l’accoglienza dei profughi

(Bruxelles) È fissata al 9 settembre la data ultima per presentare le candidature all’edizione 2016 del Premio Cese (Comitato economico e sociale Ue) che intende premiare le organizzazioni della società civile o i privati cittadini che “hanno contribuito in misura significativa a raccogliere la sfida” migratoria, “aiutando profughi e migranti e promuovendo in tal modo i valori e la coesione europei”. Più precisamente, il Premio per la società civile 2016 sarà attribuito “alle iniziative, già attuate o ancora in corso, che soddisfano uno o più dei seguenti criteri: fornire ai migranti/profughi le prime risposte e un aiuto immediato; offrire assistenza sociale, alloggio e servizi sanitari; offrire un sostegno concreto e consulenza; combattere la xenofobia, il razzismo e la discriminazione; combattere lo sfruttamento e promuovere il rispetto reciproco; sensibilizzare in materia di diritti e doveri; offrire una formazione ai cittadini di paesi terzi e alle comunità di accoglienza”. Il riconoscimento, del valore complessivo di 50mila euro da ripartire tra un massimo di 5 vincitori, verrà assegnato il 15 dicembre 2016. Possono candidarsi al premio le organizzazioni della società civile ufficialmente registrate nell’Ue e attive a livello europeo, nazionale, regionale o locale. È inoltre consentita la partecipazione di privati cittadini. Per informazioni e candidature: www.eesc.europa.eu.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori