Legacoop: compie 130 anni, settore cooperative in ripresa

(DIRE-SIR) – Un sistema “abbastanza sano, con qualche cerotto ma che guarda al futuro”. Questo lo stato di salute delle cooperative associate a Legacoop, che registrano alla fine del 2015 un utile di esercizio in oltre due terzi dei bilanci presi in esame: il chiaro segnale di una progressiva uscita dalla lunga crisi che ha fatto sentire i suoi effetti “fin dal 2007”. A conferma della tesi, l’aumento del 75% delle cooperative che hanno presentato un utile, cui si associa il trend di crescita di soci e occupati in linea con le tendenze degli ultimi tre anni (2,5 annuo). Il quadro è fornito dal Crm, il Centro Ricerca e Monitoraggio d’impresa di Legacoop, che insieme all’Istituto di ricerca Euricse ha analizzato in occasione dei 130 anni di attività l’andamento recente delle cooperative su un campione di 300 unità di grandi dimensioni, ovvero il 70% del fatturato. Ne emerge un aumento del 4% della produzione rispetto al 2014, con la sola eccezione dei settori del consumo e dell’agroalimentare che invece registrano una lieve flessione dei dati, e della voce produzione e lavoro (-5,3%). Trend positivo, dunque, per il comparto della cooperazione sociale (+6,3%), per le cooperative di servizi (+5%). Inversione di tendenza, invece, per il settore dell’abitazione che, dopo diversi anni in diminuzione, registra un salto in avanti dell’8% rispetto sempre al 2014. “Il movimento delle cooperative si presenta con molte luci e qualche ombra – spiega Mauro Lusetti, presidente di Legacoop – Continuiamo a essere resilienti, ad avere coesione sociale e a non delocalizzare. Dopo le difficoltà legate alle vicende di Mafia Capitale, abbiamo lavorato molto senza nasconderci dietro i problemi e registrando significativi risultati nell’attribuzione della fiducia da parte degli italiani per uscire dalla crisi. A dimostrarlo, una ricerca Swg che pone la fiducia nella cooperazione sopra il 50%, nelle imprese private supera appena il 40%, mentre quella nelle banche si attesta poco sopra il 10%. Quindi i nostri progetti stanno dando positivamente i loro frutti”. I 130 anni di Legacoop vivranno “un momento di celebrazione” nella Biennale dell’Economia Cooperativa, la tre giorni in programma dal 7 al 9 ottobre a Bologna in cui si susseguiranno interventi, su differenti temi, di numerose personalità come il presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, i ministri Poletti, Gentiloni e Martina, la leader della Cgil Susanna Camusso. “Sarà uno sguardo importante verso il futuro – conclude Lusetti – un passaggio di testimone verso la sinergia delle cooperative, un forte momento di confronto e dialogo con le societa” civile, politica ed economica e verso l’Europa”. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy