Statuto Segreteria comunicazione: prefetto, segretario, membri e consultori nominati per 5 anni dal Papa

Prefetto, segretario, membri e consultori della Segreteria per la comunicazione sono nominati “dal Romano Pontefice ad quinquennium”. È quanto stabilisce lo Statuto della Segreteria, approvato “ad experimentum” per tre anni e diffuso oggi dalla sala stampa vaticana. “La Segreteria – norma l’art.5 – è articolata in Direzioni. Ognuna delle Direzioni dipende direttamente dal prefetto e dal segretario. Esse, in forza della loro competenza, sono paritetiche nell’esercizio della loro attività. Mantengono fra loro un’intrinseca unità, assicurando la collaborazione e l’interazione nelle materie e nelle attività comuni. Ciascuna Direzione avrà un proprio direttore nominato ad quinquennium dal Romano Pontefice su proposta del prefetto e per il tramite della Segreteria di Stato. Le Direzioni sono le seguenti: Direzione per gli affari generali, Direzione editoriale, Direzione della sala stampa della santa sede, Direzione tecnologica, Direzione teologico pastorale. Secondo le esigenze, potranno essere istituite dal prefetto altre Direzioni, dopo aver ascoltato gli organi collegiali del Dicastero e con il nulla osta della Segreteria di Stato”. Il prefetto, si legge nell’art.7, “potrà proporre alla Superiore Autorità, per il tramite della Segreteria di Stato, l’istituzione di altre entità o di enti collegati con la Santa Sede, connessi alla Segreteria, al fine di salvaguardare particolari esigenze di natura giuridica, editoriale o economica che le singole attività della Segreteria dovessero presentare nello svolgimento delle relative funzioni”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy