Diocesi: Pescara, don Tonino Di Tommaso primo rettore del santuario della Divina misericordia

È don Tonino Di Tommaso il primo rettore del Santuario della Divina Misericordia nella chiesa del Sacratissimo Cuore di Gesù a Pescara. Nella Messa di questa sera nella chiesa del centro cittadino, monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne, ha presentato il nuovo responsabile del progetto “Santuario”. L’elevazione della parrocchia a santuario, ha spiegato l’arcivescovo, “deve essere motivo di gioia per la comunità diocesana e cittadina che potrà concentrare l’attenzione sul ‘Cuore’ e rimettere la preghiera al centro del suo riflettere, del suo agire e del suo vivere”. Il Santuario del Sacratissimo Cuore di Gesù “è una porta spalancata”. Per questo il nuovo rettore non arriverà da solo ma sarà affiancato da otto suore della Fraternità Arca di Maria, e da due corettori: don Giovanni Campoverde, finora parroco di Nocciano e Villa San Giovanni, e don Remo Chioditti, già attivo nella comunità da diversi anni come vicario parrocchiale senza dimenticare don Rolando Mungo, sempre presente nonostante la veneranda età. Catechesi per giovani e adulti, Lectio divina, la possibilità di trovare sempre qualcuno disposto all’ascolto e all’amministrazione del sacramento della riconciliazione e, soprattutto l’adorazione continua, oltre alle messe ad orario feriali e domenicali, saranno le attività primarie della nuova realtà che diventerà il centro nevralgico di tutta la diocesi. “E’ auspicabile – anticipa il presule, presentando le prossime iniziative – che tutti i presbiteri della città e della diocesi sentano la chiesa del Sacro Cuore come un luogo di culto preferenziale”. “La presenza costante del vescovo con la lectio nei tempi forti, l’ascolto metodico della Parola, le attività di formazione e la possibilità di preghiera costante favoriranno la missione della nuova realtà del Sacro Cuore”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy