Papa Francesco: udienza, “la bontà e la perfezione si radicano sulla misericordia”

“Una persona che non è misericordiosa è perfetta? No! Una persona che non è misericordiosa è buona? No. La bontà e la perfezione si radicano sulla misericordia”. Lo ha detto, a braccio, il Papa, nella catechesi dell’udienza generale di oggi, dedicata a questo tema. Il punto di partenza di Francesco è il brano del Vangelo di Luca da cui è tratto il motto di questo Anno Santo straordinario: “Misericordiosi come il Padre”. “Non si tratta di uno slogan ad effetto, ma di un impegno di vita”, ha spiegato il Papa, secondo il quale “per comprendere bene questa espressione, possiamo confrontarla con quella parallela del Vangelo di Matteo, dove Gesù dice: ‘Voi dunque siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste'”. Nel discorso della montagna, che si apre con le Beatitudini, “il Signore insegna che la perfezione consiste nell’amore, compimento di tutti i precetti della Legge”, ha ricordato Francesco: “In questa stessa prospettiva, san Luca esplicita che la perfezione è l’amore misericordioso: essere perfetti significa essere misericordiosi”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Italia

Informativa sulla Privacy