Esteri: elezioni Usa, il 44% degli under 35 voterà per un terzo partito

(DIRE-SIR) – Il 44% dei giovani tra i 18 e i 34 anni alle prossime elezioni di novembre voterà per un terzo partito, dando ”il ben servito” a democratici e repubblicani. Il dato è emerso da una recente statistica dell’Università statunitense di Quinnipiac. Due i principali candidati considerati come una valida alternativa a Hillary e Trump: Gary Johnson, del Partito liberale (Lp) e Jill Stein, dei Verdi (Gp). Il primo favorito dal 29% degli under 35, la seconda del 15%. In un sistema tradizionalmente fondato sul bipartitismo, il 44% è una percentuale di tutto rispetto, sebbene rappresenti solo una porzione della popolazione avente diritto di voto. Ma per influenzare effettivamente l’esito dell’Election day, dovranno non cambiare idea all’ultimo minuto. A livello generale, sempre secondo la statistica della QU, Johnson ha il 13% dei consensi mentre Stein il 4%. La loro bassa popolarità sarebbe legata al poco spazio ottenuto sui media: gli elettori intervistati da Qu hanno confessato di non aver avuto modo di “conoscerli abbastanza”: ne è convinto il 54% per Johnson, e il 72% per Stein. Sebbene dominino la campagna, Clinton guadagnano però soprattutto “voti di protesta”: il 45% degli elettori di Hillary ha detto che la sua scelta è dettata dalla volontà di fermare la corsa di Donald Trump, così come vuole fare il 66% dei favorevoli a Trump nei confronti di Clinton. (www.dire.it)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Chiesa

Informativa sulla Privacy