Belgio: a Marcinelle ricordo della tragedia del 1956. Mons. Bettoni (Mci), “dramma dell’emigrazione italiana”

Marcinelle: un momento della ricostruzione storica tenutasi al Bois du Cazier

“Ogni anno, l’otto agosto, è un momento importante e significativo per le comunità di origine straniera del Belgio, per la comunità italiana e per il Belgio stesso”. A dirlo è mons. Gianbattista Bettoni, referente delle Missioni cattoliche italiane (Mci) in Belgio ricordando la tragedia nella miniera di Marcinelle dove morirono 262 persone. Tra questi 136 erano italiani. “Un dramma dell’emigrazione italiana”, aggiunge il sacerdote, che dal 2001, l’8 agosto, viene celebrato come “Giornata nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo”. La ricorrenza di quest’anno, il 60° dalla “catastrophe” (8 agosto 1956) coincide con il 70° anniversario del patto bilaterale tra Italia e Belgio che nel 1946 ha dato “un nuovo inizio” alla venuta degli italiani in Belgio. “Questi due anniversari – sottolinea don Bettoni – hanno sollecitato con più intensità le numerose iniziative” per ricordare l’evento. Sabato 6 agosto, a Marcinelle, una ricostruzione dell’ambiente del 1956 con l’utilizzo di veicoli privati e pubblici, costumi dell’epoca, una mostra di disegni su “Minatore: l’eroe”. È seguita l’inaugurazione di una targa di Lettomanopello, il paesino che ha pagato il più alto tributo nella tragedia. Ieri la messa teletrasmessa sulle reti belghe e francesi, presieduta dal decano locale con la presenza di sacerdoti delle comunità italiane e belghe e l’inaugurazione di una mostra fotografica ideata dai nipoti dei minatori periti nella tragedia.
Questa mattina, giorno del ricordo, il rintocco della campana “Madre degli orfani” ricorderà ogni nome delle 262 vittime. Seguiranno canti eseguiti da cori e i discorsi ufficiali. Saranno deposte corone di fiori al monumento dei minatori e in particolare dei minatori italiani. Tra i presenti, oltre alle famiglie e a numerose persone, il presidente del Senato Pietro Grasso, l’ambasciatore e i consoli italiani, i sindaci delle comunità colpite dalla sciagura, le associazioni di ex minatori sia del Belgio che dalla vicina Francia.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Europa

Informativa sulla Privacy