Diocesi: Siracusa, si rinnova il percorso notturno nelle catacombe “Strepitus Silentii”

“Strepitus Silentii… le notti delle catacombe”, il viaggio notturno all’interno della catacomba di san Giovanni a Siracusa, è giunto alla dodicesima edizione. L’iniziativa, realizzata da Kairos, si rinnova mantenendo comunque l’impostazione: il visitatore non è semplicemente accompagnato lungo il percorso, ma la forma teatralizzata consente momenti di riflessione e meditazione sul percorso della vita cristiana. Una visita alle catacombe che crea stimoli e domande sul senso della vita cristiana agli albori del cristianesimo. A distanza di secoli, il silenzio profondo di questo luogo “grida” con il suo linguaggio altamente evocativo. Voci recitanti sono Marinella Scognamiglio, Doriana La Fauci, Caterina Pugliese e Lorenzo Faletti, accompagnati dal flauto da Romualdo Trionfante e Cristina Fanara. Le catacombe rappresentano la più cospicua testimonianza monumentale della fede cristiana delle origini, e sono il tempio dei primi martiri. Le catacombe a Siracusa, seconde per estensione ed importanza solo a quelle di Roma, rivivono nel viaggio notturno.
Anche quest’anno il ricavato di “Strepitus Silentii… le notti delle catacombe”, un progetto ideato dalla società Kairos, promosso dall’Ufficio per la pastorale del turismo dell’arcidiocesi di Siracusa e dalla Custodia della Catacomba di san Giovanni, dalla Pontificia Commissione di Archeologia Sacra e dall’Istituto superiore di scienze religiose “San Metodio”, sarà devoluto in beneficienza.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy