Papa Francesco: alla Porziuncola, “il mondo ha bisogno di perdono”

“In questo Anno Santo della Misericordia diventa ancora più evidente come la strada del perdono possa davvero rinnovare la Chiesa e il mondo”. Lo ha detto il Papa, al termine della meditazione alla Porziuncola, in cui ha fatto notare come il perdono di cui san Francesco si è fato “canale” continua a “generare paradiso”. “Offrire la testimonianza della misericordia nel mondo di oggi è un compito a cui nessuno di noi può sottrarsi”, il compito assegnato al Papa – ripetendo la frase due volte – nell’anno del Giubileo della Misericordia, legato con un “filo rosso”, grazie a questa visita privata di Bergoglio, al primo Giubileo di Francesco, che iniziò quando ottocento anni fa venne concessa da Papa Onorio III il dono dell’indulgenza senza oboli, accessibile cioè anche ai più poveri. “Il mondo ha bisogno di perdono”, ha esclamato il Papa: “troppe persone vivono rinchiuse nel rancore e covano odio, perché incapaci di perdono, rovinando la vita propria e altrui piuttosto che trovare la gioia della serenità e della pace. Chiediamo a san Francesco che interceda per noi, perché mai rinunciamo ad essere umili segni di perdono e strumenti di misericordia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Mondo

Informativa sulla Privacy