Rio2016: Unicef, in Brasile 30 omicidi di bambini al giorno. Le iniziative per proteggere i più vulnerabili

Un’iniziativa globale legata al mondo dello sport a favore dei bambini più vulnerabili. E’ stata lanciata oggi dall’Unicef, alla vigilia dell’apertura delle Olimpiadi a Rio de Janeiro. “I grandi eventi sportivi possono esporre questi bambini a rischi di violenza ancora più grandi, che comprendono lo sfruttamento sessuale e il lavoro minorile”, ricorda l’Unicef. Per aiutare a prevenire e a rispondere alla violenza sui bambini l’Unicef ha anche lanciato una nuova versione di “Proteja Brasil”, un’applicazione che consente a coloro che sono testimoni o vittime di denunciare alle autorità episodi di violenza, abuso e sfruttamento. Le segnalazioni su tempi, luoghi e circostanze sono anonime e possono essere effettuate on line.  “Le violenze, gli abusi, la discriminazione e lo sfruttamento sono una dura realtà per ancora troppi bambini,” ha dichiarato Stahl. “Preoteja Brasil ogni giorno consente alle persone di dare il proprio contributo per contrastare le violazioni dei diritti dei bambini e dare loro l’aiuto di cui hanno disperato bisogno.” Secondo gli ultimi dati in Brasile ogni giorno 30 tra bambini e adolescenti vengono assassinati. Nel paese più di 1 adolescente su 3 muore per omicidio, rispetto alla popolazione complessiva in cui 1 morte su 20 è causata da omicidio. Per i bambini più vulnerabili del Brasile è all’ordine del giorno essere esposti a violenza e sfruttamento. Gli appassionati di sport, in tutto il mondo, possono partecipare gratuitamente all’iniziativa realizzata per i giochi Olimpici e Paraolimpici iscrivendosi al team Unicef Get Active for Children.  Attraverso questa iniziativa ogni volta che uno dei partecipanti percorre 5 km a piedi o in sedia a rotelle sarà effettuata una donazione di 5 dollari brasiliani da parte di aziende. Coloro che parteciperanno all’iniziativa potranno accumulare punti allenandosi e partecipando ad altre attività, che comprendono anche un test sulla piattaforma Team Unicef. La persona che avrà raggiunto il punteggio più alto vincerà un viaggio per vedere con i propri occhi il lavoro Unicef in Brasile.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy