Diocesi: mons. Orofino (Tursi-Lagonegro) dispone trasferimenti e nomine per “facilitare la missione”

Con decreto vescovile del 25 luglio 2016, festa di San Giacomo maggiore apostolo, monsignor Vincenzo Orofino, vescovo di Tursi-Lagonegro, ha disposto una serie di trasferimenti e nomine. “Le motivazioni della rimodulazione della presenza sacerdotale – scrive monsignor Orofino ai sacerdoti – sono di ordine spiccatamente pastorale, volendo conseguire esclusivamente il bene spirituale delle persone (sacerdoti e fedeli laici), tenendo conto delle situazioni concrete di alcune comunità parrocchiali (Viggianello che è rimasta vacante per l’elezione di monsignor Sirufo alla guida dell’arcidiocesi di Acerenza; il compimento del settantacinquesimo anno per quattro parroci) e degli obiettivi previsti per il futuro della nostra azione ecclesiale”. “Mi auguro – aggiunge il vescovo nella lettera – che questa nuova ‘configurazione’, che prevede nei paesi con più parrocchie l’unità pastorale e in alcuni anche la comunità sacerdotale (Lagonegro, Maratea, Sant’Arcangelo, Policoro…), possa facilitare la nostra missione e permetterci di raggiungere i traguardi sperati”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy