Terremoto: la rete di scuole Gesuiti educazione in campo per la ricostruzione

“La Fondazione Gesuiti educazione e le Scuole dei Gesuiti d’Italia e di Albania esprimono il loro profondo cordoglio ai familiari delle numerose vittime del terribile terremoto che ha devastato nei giorni scorsi il Centro Italia e si uniscono nella preghiera per tutti coloro che sono stati così duramente colpiti da questa tragedia, tra cui, purtroppo, anche molti bambini e ragazzi”, così in un la rete di scuole dei gesuiti in un comunicato stampa. Padre Vitangelo Carlo Maria Denora, presidente della Fondazione Gesuiti educazione e delegato per le scuole dei Gesuiti d’Italia e Albania, ha dichiarato che, tra le tante immagini della tragedia “siamo rimasti colpiti proprio dal crollo di un edificio scolastico, la ‘Romolo Capranica’ di Amatrice, e dal volto in lacrime di una maestra, che forse ha perso qualcuno dei suoi bambini. Che il Signore accolga questi bambini e tutte le vittime di questo terremoto con il Suo abbraccio di tenerezza e di amore”.”Vogliamo però reagire – continua Padre Denora – a questo senso di forte smarrimento che coglie anche noi, con un’iniziativa concreta. Abbiamo deciso di dedicare il nostro impegno ad una raccolta di fondi per contribuire alla ricostruzione di quel complesso scolastico, simbolo di tanti bambini che studiano e crescono e, quindi, della vita che, nonostante tutto, vince sul Male e riparte”. “All’avvio dell’anno scolastico, quindi – afferma Padre Denora – la rete di tutte le Scuole dei Gesuiti organizzerà una serie di eventi sportivi, culturali e sociali volti al finanziamento di questo progetto”. Quanto raccolto nei prossimi mesi, si legge, verrà consegnato nelle mani del sindaco di Amatrice da una delegazione di ragazzi rappresentanti i singoli Istituti accompagnati da Padre Denora. “Ricordo inoltre – prosegue Padre Denora – che i movimenti ignaziani (Cvx-Lms-Meg) sono già attivi con campi di volontariato e altri progetti di solidarietà a favore dei terremotati, che invito a sostenere”. La Cvx-Lms Italia è stata riconosciuta dalla Protezione Civile come associazione di volontariato che può operare ad Amatrice: “stiamo organizzando attività di volontariato in turni settimanali almeno fino a dicembre prossimo”. Per sostenere l’iniziativa fin da ora, le coordinate bancarie sono le seguenti:  IBAN: IT90A0521601630000000018150 Banca: Credito Valtellinese Intestato a: Fondazione Gesuiti Educazione con la causale: “Raccolta fondi terremoto 2016 Scuola di Amatrice”

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy