Diocesi: Loreto, ieri il priore di Bose alla mostra “Safet Zec. Il pane della Misericordia”

Ieri, il priore della Comunità monastica di Bose, Enzo Bianchi, è stato accompagnato dall’arcivescovo delegato pontificio di Loreto, monsignor Giovanni Tonucci, alla visita della mostra “Safet Zec. Il pane della Misericordia”, allestita presso le Cantine del Bramante del Palazzo apostolico come aiuto ai pellegrini che raggiungono Loreto durante quest’Anno giubilare dedicato alla Misericordia. Grande estimatore dell’artista bosniaco, Bianchi è anche uno degli autori del catalogo della mostra. Durante la visita era presente anche Vito Punzi, curatore della mostra insieme a Giandomenico Romanelli. “Sono tele intrise di storie, le nostre storie; di gesti, i nostri gesti; del nostro sangue e delle nostre lacrime -afferma nel suo intervento in catalogo Enzo Bianchi -: il ‘pane’ di Safet commuove profondamente, perché dice la ‘presenza’ che il pane richiede per essere spezzato da quelli che si chiamano compagni (da ‘cum-panis’). …Nei gesti, nelle tensioni, nei particolari, ritroviamo stralci della nostra storia, come se queste pennellate ci appartenessero, anzi come se ci fossero sempre appartenute in qualche ricordo”. “Molti dei temi cari a Safet – afferma monsignor Tonucci – ritornano nella grande tela, elaborati e riproposti con assoluta originalità, in una composizione armonica e drammatica insieme”. La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 25 settembre.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori

Informativa sulla Privacy