Diocesi: mons. Giudice (Nocera-Sarno), “il pellegrinaggio a Lourdes mai scontato o ripetitivo”

“Il nostro è un pellegrinaggio di fede”. Lo ricorda monsignor Giuseppe Giudice, vescovo di Nocera-Inferiore-Sarno, nel messaggio ai 500 fedeli che partecipano al pellegrinaggio diocesano a Lourdes, in corso fino a sabato 27 agosto. A organizzarlo la Puacs (Pia Unione Ammalati Cristo Salvezza). “Quest’anno – ricorda il presule – è con noi anche il vescovo emerito, un buon numero di sacerdoti, un bel gruppo di religiose, alcuni seminaristi e i volontari e gli ammalati. La Chiesa di Nocera-Sarno va dalla Madonna di Lourdes, sulla scia di una lunga e collaudata tradizione, iniziata da altri prima di noi con fede, fantasia e sacrificio, e che noi non vogliamo disperdere, anzi sempre più valorizzare ed intensificare”.
Monsignor Giudice invita a chiedere “innanzitutto il miracolo della semplicità e della gioia, doni senza i quali non si cammina e rischiamo di rimanere fermi”. In questo Anno Santo straordinario della Misericordia, “il pellegrinaggio a Lourdes, mai scontato e ripetitivo, con gli ammalati nel corpo e nello spirito, guidati dalla Puacs, assume un significato profondo per ognuno di noi. Ogni ammalato, ogni prossimo, può essere una porta attraverso la quale la misericordia viene a noi e da noi si fa pellegrina verso gli altri”. perciò, “insieme preghiamo, ascoltiamo, partecipiamo, meditiamo, offriamo per fare di questi giorni non una pausa, ma sempre un nuovo inizio. La Vergine Bella, apparsa alla piccola Soubirous, vi guidi e vi sorridi con la tenerezza di chi è Madre”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Territori